Riscaldare con l'elettricità, a bioetanolo e a gas con i camini finti

Non è finto, nonostante il suo nome, ma è il caminetto ideale per chi abita in una piccola casa, in appartamento o non possiede lo spazio o la voglia di eseguire opere edilizie per l'installazione della canna fumaria, garantendosi le stesse funzionalità di un caminetto tradizionale.

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Se abitate in appartamento o in condominio, il camino finto può essere una soluzione da prendere in seria considerazione: nessuna installazione di canna fumaria, combustione alternativa ed elevate capacità di riscaldamento e diffusione del calore. I caminetti finti non necessitano di nessun intervento edilizio o modifica nella vostra casa e sono commercializzati per fornire una facile installazione.

Il caminetto finto, in realtà, è un pezzo di arredamento, che presenta lo stesso design e funzionalità del caminetto tradizionale. Utilizzato per coprire o nascondere piccole nicchie, impianti di antenna, fori, alterazioni delle pareti o semplicemente come elemento decorativo, il caminetto finto può essere realizzato con uno spessore di profondità ed altezza variabile in base alle esigenze e gusti del suo pubblico. In stile classico, moderno o antico e un focolare aperto nel quale verrà inserito un telaio di base rettangolare o poligonale, il caminetto finto può essere realizzato di dimensioni proporzionali allo spazio di collocazione e alla sua funzione e può essere dotato di una griglia per permettere la fuoriuscita del calore.

L'eleganza di un caminetto elettrico

(Esempio di installazione di un caminetto finto, elettrico: il sistema di riscaldamento dimostra adattarsi perfettamente alle linee moderne dell'arredamento dell'ambiente in cui è collocato, grazie alla lucentezza dell'acciaio e alla fiamma danzante che rende l'atmosfera calda ed accogliente )

Il camino finto: caratteristiche e tipologie

In commercio è possibile trovare numerose soluzioni di caminetti finti, permettendovi di scegliere tra la soluzione di:

Tutte le tipologie di caminetto finto garantiscono la perfetta integrazione con il vostro preesistente impianto di riscaldamento o possono semplicemente fungere da elemento decorativo. Nella struttura sono presenti delle aperture per permetterne lo smontaggio durante l'operazione di pulitura e manutenzione; nella dotazione di acquisto può essere incluso il bruciatore, ma è possibile che molti rivenditori chiedano sia comprato a parte. In questo caso, è consigliabile scegliere la tipologia di caminetto a bioetanolo per praticità e minor impatto ambientale, prodotto ideale per chi desidera elevata bellezza estetica e perfetta integrazione con altri sistemi di riscaldamento.

I caminetti finti presentano un grande vantaggio che ben li inserisce tra i sistemi di riscaldamento facilmente installabili e fruibili in appartamento e in condominio: non avendo la necessità di installazione di una canna fumaria, possono essere collocati in qualsiasi parte dell'abitazione, senza bisogno di autorizzazione o di convocazione dell'assemblea condominiale; non si necessita dell'esecuzione di opere murarie o edilizie e possono essere installati anche dallo stesso utente: il caminetto elettrico per esempio deve solo essere attaccato ad una presa elettrica. Fermo restando che le tipologie ad incasso o con particolare struttura devono essere installate da un tecnico competente del settore che molto spesso è la stessa azienda costruttrice a fornirvi.

Il camino finto: consumi energetici

I caminetti a bioetanolo sono in grado di diffondere il loro calore in maniera ottimale in un ambiente di circa 20-30mq: la distribuzione del calore dipende dalla capacità del bruciatore e dall'intensità della fiamma nella combustione. Per questo stesso motivo, anche i consumi sono indicativi e si aggirano intorno ai 5 litri di bioetanolo alla settimana per un'accensione giornaliera di 3-4 ore giornaliera a fiamma massima; una combustione con fiamma minima si riduce a un solo litro ogni 10 ore di accensione. 

ATTENZIONE: Si consideri comunque il vantaggio di poter reperire il combustibile in maniera comoda e pulita, senza bisogno di approvvigionamento anche on line, ma ricordate di acquistarlo sempre presso i rivenditori specializzati, gli unici a poter certificare l'idonietà del combustibile all'uso per caminetti domestici senza canna fumaria. Il costo del bioetanolo si aggira intorno alle 2,40 - 2,80 al Litro in base alla quantità ordinata: molte aziende di e-commerce propongono una sensibile riduzione del prezzo iniziale in base alla quantità acquistata, permettendovi di ridurre la spesa del combustibile, considerata la difficoltà nella riduzione dei consumi del combustibile, dipendendo costantemente:

  • dal modello acquistato;
  • dalla capienza del bruciatore;
  • dalla potenza della fiamma in base al bruciatore, anche se in alcuni modelli è possibile regolarla.

Lo stesso discorso sui consumi è valevole anche per il gas, considerando sempre il fattore di "caminetto finto", ovvero un sistema di riscaldamento integrativo che non può essere utilizzato quale unico impianto per soddisfare il fabbisogno termico di tutta l'abitazione; il caminetto elettrico ha ugualmente un consumo variabile in base alla potenza acquistata e al tempo in cui si fruisce del riscaldamento: si ricorda che la corrente elettrica ha un costo sensibilmente più elevato della legna e del pellet.

Il camino finto a bioetanolo per la camera da letto

(Esempio di camino finto a bioetanolo installato nella camera da letto: la struttura moderna che rappresenta una bocca che racchiude una fiamma finta ben si adatta a qualsiasi ambiente dal classico al contemporaneo)

Gli svantaggi del caminetto finto: riduzione del riscaldamento

Il caminetto finto, nonostante presenti esteticamente le stesse forme di un caminetto tradizionale, sfrutta tecnologie e sistemi di propagazione del calore differenti che ne limita il funzionamento producendo numerosi svantaggi:

  • impossibilità ad avere una fonte di riscaldamento pari a quella del camino tradizionale. Se si desidera riscaldare ambienti di grandi dimensioni e per un lungo periodo di tempo, il caminetto a bioetanolo/ elettrico o a gas non è indicato; 
  • non può essere utilizzato come unico sistema di riscaldamento, vista la limitazione nella produzione di calore;
  • aumento del consumo energetico nella versione di caminetto elettrico;
  • nella tipologia di caminetto a bioetanolo, il combustibile ha un prezzo superiore rispetto alla legna e al pellet - similmente alla tipologia a gas.

Il design di un caminetto a gas

(Esempio di installazione di un caminetto a gas in stile contemporaneo, installato sulla parete per rendere più accogliente un ambiente della zona giorno)

Dove acquistare un caminetto finto: tabella

Qui di seguito si propone una tabella con gli indirizzi di alcune delle aziende più conosciute nella commercializzazione di caminetti finti a bioetanolo, elettrici e a gas con rispettivi cataloghi o indicazioni del prezzo per facilitare il contatto con la casa costruttrice o richiedere un preventivo su misura:

AZIENDE CAMINI FINTI

CARATTERISTICHE

PREZZI

Margotto

Camini finti:

 

  • a bioetanolo;
  • elettrici;
  • a gas

 

Catalogo
British Fires

Camini finti:

 

Contatti
Fuoco Alternativo (e-commerce)

Camini finti:

  • a bioetanolo;

Catalogo

Dalle 249 EURO

Idealo.it (e-commerce)

Camini finti:

  • a bioetanolo;
  • elettrici;
  • a gas
Catalogo
Maison Fire

Camini finti:

  • elettrici ad acqua.

Catalogo

Il video del camino elettrico ad acqua

Fumisteriaonline (e-commerce)

Camini finti:

  • a bioetanolo;
  • elettrici;
  • a gas

Catalogo

Dalle 5.000 EURO circa

Articolo letto 32835 volte

A cura della Dott.ssa Maria Francesca Massa

Esperta e appassionata di fumisteria, camini e stufe con una particolare predilezione per le tematiche ambientali, fotovoltaico, e per i temi vertenti attorno alle politiche dell'ecosostenibilità

Visualizza i principali capitoli della guida

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)