Trasformare un camino tradizionale aperto in un termocamino a legna o a pellet

Il classico caminetto aperto può diventare un vero e proprio impianto di riscaldamento, grazie all'installazione di un termocamino da inserimento ad aria oppure ad acqua per generare acqua calda sanitaria, risparmiando con l'uso di combustibili ecologici.

Rinnovare i vecchi caminetti aperti e potenziarne la resa termica è possibile mediante l'inserimento nel focolare di termocamini da incasso, sia ad aria che ad acqua e funzionanti con combustibile a legna oppure a pellet; grazie ad essi è possibile trasformare il vostro camino tradizionale in un potente sistema di riscaldamento, poichè sono in grado di integrare o di sostituire la caldaia a gas o lo scaldabagno elettrico per la produzione dell'acqua calda, ottenendo notevoli risparmi energetici. I modelli di ultima generazione sono dotati di particolari dispositivi tecnologici, che migliorano le prestazioni e che permettono un utilizzo pratico e semplice.

Caratteristiche dei moderni termocamini ad aria da incasso

In commercio vi sono innovativi esemplari di termocamini da inserto ad aria, con alimentazione a legna, a pellet o combinata legna-pellet, che possono riscaldare l'intera abitazione, sino a 190 metri quadri, mediante il funzionamento di un ventilatore e di canalizzatori che spingono il calore in vari locali. Si montano velocemente e facilmente: bisogna inserili nei focolari preesistenti, raccordarli allo scarico dei fumi e dopo aver collegato la presa elettrica sono già pronti all'uso. Possono essere dotati di:

  • sistema di canalizzazione che distribuisce l'aria calda umidificata nelle varie stanze tramite tubi esterni che per l'installazione non necessitano di opere di muratura; per nascondere i tubi a vista si possono realizzare delle coperture in cartongesso;
  • umidificatore incorporato che migliora la qualità dell'aria, evitando che si secchi troppo e che possa provocare disturbi fisiologici come mal di gola o allergie. Vi sono versioni in cui l'umidificatore può fungere, al contempo, da deodorante per l'ambiente: basta inserire delle gocce di essenze balsamiche nel dispositivo per profumare tutta la casa;
  • centralina elettronica, corredata di telecomando, per controllare la combustione e per regolare l'accensione e lo spegnimento del ventilatore a seconda della temperatura desiderata, in modo da evitare inutili sprechi di combustibile. Grazie alla presenza del ventilatore il termocamino può essere usato anche d'estate per far circolare l'aria e per raffrescare gli ambienti;
  • alcuni tipi hanno le pareti interne della camera di combustione sagomate e ondulate che, rispetto a quelle tradizionali lisce, fanno sì che la superficie esposta al fuoco sia triplicata, con conseguente aumento della resa termica.

Con un termocaminetto da incasso è possibile canalizzare l'aria calda anche ai piani superiori, sfruttando la canna fumaria come sede per il passaggio dei tubi, senza stravolgere l'aspetto originale del camino.

termocamino da inserimento a legna con sportello frontale vetrato

(Esemplare di termocamino da inserimento funzionante a legna, con triplice veduta delle fiamme, laterale e frontale)

Caratteristiche dei moderni termocamini da inserimento ad acqua da incasso

Alimentati a pellet o a legna, hanno capacità di riscaldare gli ambienti fino a 300 metri quadri e su più piani, generano grandi quantità di acqua calda sanitaria, possono lavorare in contemporanea con caldaie a gas, con pannelli solari e con termoaccumulatori e consentono anche di cucinare alla griglia, con lo stesso calore che serve per il riscaldamento. In genere sono provvisti di :

  • scambiatore di calore in acciaio a doppia parete coibentato con materassino in lana di roccia, che sfrutta al meglio il calore prodotto dalla combustione e che trattiene al massimo le dispersioni termiche; anch'essi, come i modelli ad aria, possono avere le pareti della camera di combustione sagomate, raggiungendo un rendimento dell'82%.
  • kit idraulico a vaso chiuso o aperto per la produzione di acqua calda, in certe versioni è fornito racchiuso in una scatola compatta ed è collegabile anche all'esterno del camino;
  • scambiatore di raffreddamento che assicura il funzionamento dell'apparecchio anche in caso di black out elettrico;
  • centralina elettronica per controllare la combustione e per gestire tutte le funzioni dell'impianto di riscaldamento in maniera molto semplice, tramite cronotermostato per la regolazione della temperatura;
  • dispositivo anticondensa per evitare la formazione di condensa e di incrostazioni.

Confronto tra il costo e il rendimento termico di alcuni combustibili

Investire sull'acquisto di un termocamino da inserimento, ad aria o ad acqua e alimentato da combustibili ecologici, garantisce un considerevole ritorno economico nel tempo, in quanto la legna e il pellet costano molto meno del gas e del metano. Inoltre per il loro acquisto è possibile usufruire di detrazioni fiscali.

Nella tabella sottostante sono riportate le differenze di costo e di potere calorifico medio di vari combustibili, sia ecologici che tradizionali:

COMBUSTIBILE

COSTO UNITARIO

POTERE CALORIFICO

Gasolio 1,28 euro/lit 11,16 kwh/lit
Metano 0,72 euro/lit 9,88 kwh/lit
Gpl 0,70 euro/lit 7,33 kwh/lit
Pellet 0,23 euro/kg 4,90 kwh/kg
Legna 0,12 euro/kg 4,30 kwh/kg

Articolo letto 34.040 volte

Autore

Antonietta Zazzara

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)