I camini a gas sono davvero pericolosi? Risposte ai dubbi e alle paure più comuni

Quando si sente parlare di camini a gas, si pensa a un sistema di riscaldamento pericoloso: ma è la verità? In realtà, se vengono rispettati i parametri richiesti nell'installazione, il camino a gas è un sistema sicuro. Ecco alcune risposte alle domande e dubbi più frequenti.

Quando si sente parlare di camini a gas, lo si pensa come un sistema di riscaldamento pericoloso: ma è la verità? In realtà il camino a gas è una valida alternativa al riscaldamento della vostra casa, se vengono rispettati i parametri e le attenzioni richieste nell'installazione. Ecco alcune risposte alle domande e dubbi più frequenti.

E' vero che i camini a gas sono pericolosi?

No, i camini a gas, se installati in base alle regole stabilite dalla casa costruttrice, non arrecano pericoli. Questo perché, in caso di spegnimento o malfunzionamento, ogni tipologia di caminetto presenta un sensore che interrompe l'erogazione del gas.

Nei modelli di caminetto a gas a camera aperta in cui è presente la protezione per segnalare lo spegnimento della fiamma - la termocoppia – vi è anche un secondo sistema per interrompere l'erogazione del gas nel caso di diminuzione dell'ossigeno nell'aria.

Cosa devo valutare prima di acquistare un camino a gas?

In fase di acquisto di un camino a gas, è bene valutare e considerare se nella vostra città è presente la fornitura di gas naturale o gas propano e vi è l'allaccio alla rete - fattore fondamentale per ridurre i costi del combustibile - mentre nell'abitazione, è necessario verificare la presenza di aperture o zone arieggiate per favorire la ventilazione nel locale in cui verrà installato il camino a gas e garantire un livello di ossigenazione adeguata.

Un altro fattore da valutare preventivamente, è il consumo del caminetto a gas, per evitare sorprese durante l'utilizzo e per conoscere, fin da subito, l'autonomia di un carico di gas.

In ogni caso, è sconsigliato acquistare un camino a gas di grande potenza - con l'idea di riscaldare maggiormente e più ambienti adiacenti - in quanto l'unica cosa che otterremo sarà un sistema di riscaldamento inutilizzabile per la temperatura troppo elevata prodotta e un elevato dispendio energetico.

I camini a gas necessitano di canna fumaria?

No, i camini a gas non hanno bisogno dell'installazione di una canna fumaria, in quanto i gas di scarico prodotti vengono continuamente aspirati.

Un camino a gas riscalda davvero la casa?

Il camino a gas è un sistema di riscaldamento in grado di sfruttare al massimo il combustibile, fino al 100% e trasformarlo in calore.

Come devo installare un camino a gas?

In seguito, all'acquistio, per installare un camino a gas, è necessario l'assistenza di un tecnico specializzato, spesso fornito dal rivenditore. Non è, comunque, possibile installare un camino a gas da soli, in quanto questa tipologia di sistema di riscaldamento, per il buon funzionamento e sicurezza di cose e persone, necessita di seguire e rispettare le norme dettate dalla casa costruttrice in base alla normativa UNI.

Posso installare il camino a gas in camera da letto?

Si, ma deve essere scelto un modello di camino a gas a camera stagna con flusso bilanciato.

Il camino a gas può essere installato in ogni zona della vostra abitazione per garantirvi un tepore accogliente e un design di elevato valore estetico - per questo ideale per la zona notte della vostra casa.

Il camino a gas è, infatti, un sistema di riscaldamento sufficiente per essere integrato a un riscaldamento principale, da sfruttare in poche ore della giornata - visto anche il costo del combustibile, superiore rispetto alla legna e al pellet.

Quanto costa un caminetto a gas?

Il camino a gas è un sistema di riscaldamento costoso in fase di acquisto, in quanto i modelli in commercio presentano tutti un elevato design. In linea generale, i prezzi dei camini a gas si aggirano dalle 400-500 euro per i modelli di piccole dimensioni fino ai 5.000 euro per i modelli più grandi, da incasso o inserto o in materiali particolari.

Posso sostituire la mia caldaia a gas con un camino a gas?

E' possibile, ma non è consigliato. Un camino a gas è un sistema di riscaldamento alternativo, ma non sufficiente a riscaldare tutta la casa. Per questo motivo, il caminetto a gas deve essere integrato con altri apparecchi di riscaldamento maggiori, come in questo caso, la caldaia a gas, oppure con una stufa o termostufa a legna o a pellet.

Se necessitate di sostituire la vostra vecchia caldaia a gas con un altro sistema di riscaldamento, valutate la detrazione 55% che vi permette di avere numerose agevolazioni per acquistare un nuovo ed efficiente impianto di riscaldamento.

Il camino a gas emana odori sgradevoli?

No, il camino a gas non emana nessun odore, in quanto il gas è un combustibile completamente inodore; si parla sempre di camino a gas installato correttamente.

Quali sono i vantaggi di acquistare un camino a gas?

Il camino a gas ha un vantaggio fondamentale: nella generazione del calore, ha la capacità di prevenire l'umidità e la condensa nell'aria che vediamo su vetri e finestre, emanando, dunque un calore benefico.

Il camino a gas per ogni zona della tua casa

                   (Esempio di caminetto a gas installato nella zona giorno dell'abitazione)

Articolo letto 15.319 volte

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)