Il riscaldamento a pavimento e il pannello solare termico: riscaldare gratis tutta la casa con il sole

Riscaldare la casa in inverno e rinfrescare l'aria in estate, sfruttando l'energia solare, fonte rinnovabile, ma soprattutto gratuita, permette di individuare il sistema di riscaldamento a pavimento collegato ai pannelli solari termici come la soluzione ecosostenibile per eccellenza.

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

L'unione fa la forza e in questo caso è proprio necessario dirlo: il riscaldamento a pavimento e il pannello solare termico diventano la soluzione per ogni stagione e per ogni periodo dell'anno per riscaldare l'abitazione in inverno e rinfrescare l'aria durante l'estate, sfruttando la sola energia del sole, una fonte rinnovabile pulita ed ecologica, ma soprattutto completamente gratuita.

Il sistema di riscaldamento a pavimento collegato a un sistema di pannelli solari termici diventa oggigiorno la soluzione ecosostenibile per eccellenza, permettendo di risparmiare sensibilmente sulla bolletta elettrica, ma anche su quella del gas, garantendosi inoltre, un sistema di riscaldamento completamente invisibile e non ingombrante che sprigiona sotto i vostri piedi un calore accogliente e benefico, un vero toccasana per chi soffre di piedi freddi durante il periodo invernale.

Schema abitazione con riscaldamento a pavimento e installazione di un sistema di pannelli solari termici

(L'immagine mostra l'installazione di un sistema di riscaldamento a pavimento collegato ai pannelli solari termici che riescono a soddisfare il riscaldamento dell'abitazione e la produzione di acqua calda sanitaria per soddisfare il sistema idrico)

Come funziona il riscaldamento a pavimento collegato ai pannelli solari termici?

Il connubio tra il sistema di riscaldamento a pavimento e il sistema di pannelli solari termici presenta un funzionamento molto semplice: l'energia necessaria per riscaldare l'acqua del circuito dei tubi e del sistema a serpentine installato sotto la pavimentazione è fornita dall'irraggiamento solare captato dai pannelli termici, che devono essere installati con esposizione a Sud di 30 gradi e dimensionati in base alle esigenze energetiche dell'abitazione.

Per garantire il riscaldamento ottimale dell'acqua tramite le radiazioni solari sono necessari dei particolari apparecchi:

  • un collettore solare;
  • un serbatoio di accumulo isolato termicamente per conservare l'acqua calda;
  • un circuito di collegamento tra il collettore, il serbatoio di accumulo e il sistema di riscaldamento a pavimento.

Il riscaldamento generato è in rapporto alla quantità di irraggiamento solare che i pannelli solari termici riescono ad accumulare, per questo è molto importante conoscere l'irraggiamento della propria zona di abitazione, il clima e l'esposizione necessaria ai pannelli solari per poter catturare l'energia ncessaria a soddisfare il sistema di riscaldamento.

Consideriamo inoltre, che durante la notte i pannelli solari termici non forniscono l'energia necessaria per soddisfare il sistema di riscaldamento a pavimento che deve essere alimentato con una forma di energia alternativa. In alcuni casi però, può essere bastevole l'energia solare accumulata durante il giorno, sopratutto nei periodi dell'anno in cui l'irraggiamento solare è maggiore.

Facciamo alcuni esempi: quanti e quali pannelli solari installare?

Per avere un sistema di riscaldamento a pavimento ottimale collegato con un impianto di pannelli solari termici che garantisce il riscaldamento per tutta la casa, senza utilizzare degli impianti di riscaldamento alternativi per sopperire ad un calore che non è bastevole, è necessario valutare le dimensioni dell'abitazione e la situazione generale di isolamento termico dei locali.

Per un'abitazione di circa 100-150 mq è necessario un sistema di pannelli solari termici di circa 6-8mq, comprendendo un'irraggiamento solare medio giornaliero che raggiunge almeno un 1-2 mq di superficie della zona in cui sono installati i pannelli solari. In questo modo, si ha una produzione di energia che si aggira intorno alle 4-6 kwh, prendendo in considerazione una zona soleggiata come quella del centro Italia.

TIPOLOGIA ABITAZIONE

PANNELLI SOLARI TERMICI

MQ DI SUPERFICIE IRRAGGIAMENTO

Abitazione con 100-150 mq 6-8 mq 1-2 mq per 4-6 kwh

Quali collettori solari scegliere?

Per scegliere il collettori solare migliore è necessario conoscerne funzionalità e capacità di raggiungere determinate temperature, tenendo presente che non tutti i collettori solari presenti in commercio sono consigliati per essere intergrati al sistema di riscaldamento a pavimento.

In commercio sono presenti tre tipologie di collettori solari:

  • collettori vetrati piani, sono costituiti da un materiale isolante e un lato realizzato in vetro plastica. Questa tipologia di collettore raggiunge temperature fino ai 70 gradi e l'energia solare viene assorbita da una lastra nera, mentre l'acqua accumula il calore scorrendo sopra questa lastra che automaticamente si riscalda;
  • collettori sotto vuoto, sono costituiti da una serie di tubi ed un assorbitore simile ad una lastra di metallo nera che ha la funzione di raccogliere le radiazioni solari e di  trasferirle al fluido che ne trasporta il calore generato. Questa tipologia di collettore raggiunge temperature fino ai 100 gradi, grazie alle proprietà isolanti dello spazio vuoto;
  • collettori scoperti, costituiti da tubi neri di polipropilene, pvc o metallo all'interno dei quali circola l'acqua, non hanno un isolamento termico e per questo raggiungono temperature fino ai 20 gradi, sconsigliati per l'utilizzo nei sistemi di riscaldamento a pavimento.

Si deve inoltre, tener presente il prezzo dei collettori: la tipologia di collettore piana presenta un prezzo minore rispetto alla tiplogia di collettore sottovuoto, per questo la prima soluzione contemplata nella scelta di un sistema di riscaldamento a pavimento collegato all'impianto con pannelli solari termici.

Produrre l'acqua calda sanitaria: integrare una caldaia a condensazione

Abbiamo fatto trenta, facciamo anche trentuno e se vogliamo anche produrre l'acqua calda per soddisfare il nostro impianto idrico sanitario, potremo optare per il trio di:

La caldaia a condensazione assolve anche la funzione di sopperire alla mancata produzione di energia dei pannelli solari nel momento in cui sono impossibilitati nel catturare l'irraggiamento solare.

Quanto costa il sistema di riscaldamento collegato ai pannelli termici?

Per l'installazione dei pannelli solari termici integrati al sistema di riscaldamento a pavimento è possibile beneficiare dei nuovi incentivi statali, la detrazione 55%, che si occupano di incrementare l'installazione di impianti che sfruttano le risorse rinnovabili.

In ogni caso, prezzo di mercato, un impianto con pannelli solari termici ha un costo variabile di 4.000-8.000 euro per 100-150 mq. A questo costo deve essere aggiunto il prezzo dell'installazione. Il vantaggio e il risparmio stanno nel minore consumo energetico, in quanto durante la mattina l'energia viene fornita dai pannelli solari, in modo del tutto gratuito.

Prima fase del riscaldamento a pavimento con sistema di serpentine

  (Esempio di prima fase di installazione di un sistema di riscaldamento a pavimento con serpentine in vista)

Articolo letto 9629 volte

A cura della Dott.ssa Maria Francesca Massa

Esperta e appassionata di fumisteria, camini e stufe con una particolare predilezione per le tematiche ambientali, fotovoltaico, e per i temi vertenti attorno alle politiche dell'ecosostenibilità

Visualizza i principali capitoli della guida

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)