Stufe a aria ventilata: per un calore con l'aria rinnovabile

Le stufe a aria calda ventilata regalano un dolce tepore in tutti gli ambienti della vostra casa grazie a delle bocchette che potrete installare nelle parti basse del pavimento e con un'alimentazione a biomasse completamente sostenibile per una scelta completamente ecocompatibile.

Le stufe ad aria ventilata sono disponibili in svariate forme, rivestimenti e dimensioni: dotata delle stesse caratteristiche dei modelli a pellet e legna, questa tipologia di stufa consente un ottimale riscaldamento di piccoli e grandi ambienti consentendo la calorosa visione della fiamma tramite lo sportello di vetro termoresistente come in un caminetto tradizionale; le dimensioni contenute permettono di collocarla in ogni ambiente della vostra casa, sia esso ampio o meno regalandovi una elevata resa termica e una sensibile riduzione dei consumi energetici.

Le stufe ad aria ventilata riscaldano principalmente per convezione, ma in base alla conduzione termica del rivestimento producono calore anche per irraggiamento: per questo è necessario valutare bene le prestazioni del sistema di funzionamento e le potenzialità di accumulo di calore del rivestimento per usufruire di un prodotto maggiormente funzionale nella diffusione graduale del calore in tutti gli ambienti della casa.

La stufa ad aria ventilata: funzionamento

La stufa ad aria ventilata è dotata di un sistema di diffusione del calore prodotto tramite un percorso obbligato dell'aria con un ventilatore forzato; questa fuoriesce completamente riscaldata da bocchette che possono essere collocate nella parte inferiore delle pareti, vicino al pavimento o optare per altre soluzioni a seconda delle vostre esigenze. La fuoriuscita dell'aria è controllata dalla centralina elettronica che ne verifica e programma anche la temperatura; la camera di combustione è realizzata in ghisa e in acciaio e si contraddistingue per autonomia nella combustione.

Le stufe ad aria ventilata presentano un elevato standard di rendimento termico, per le specifiche prestazioni dell'impianto di recuperare l'aria all'interno del proprio sistema di funzionamento e così propagarla nell'ambiente circostante: con bassi consumi e ridotte emissioni di gas inquinanti è possibile riscaldare anche ambienti piuttosto ampi. La stufa a aria ventilata, inoltre, può essere scelta in versione a legna o a pellet a seconda delle vostre esigenze, è semplice nell'installazione, nella sua manutenzione e pulizia ordinaria, non prevedendo una particolare fuoriuscita di fumi o polveri.

Per avere maggiori informazioni sul funzionamento, sulle potenzialità e sul dove acquistare questa tipologia di sistema di riscaldamento, si consiglia di consultare anche l'articolo sulle stufe a legna ventilate e le stufe a pellet ad aria in cui si mette in maggiore evidenza il vantaggio della scelta e i benefici nella produzione e diffusione del calore; troverete un valido aiuto anche nello schema successivo sulla combustione della legna e del pellet -generazione e distribuzione del calore:

Schema del processo di combustione, generazione e distribuzione del calore in una stufa ad aria ventilata

(Schema del processo combustione della legna e del pellet - generazione e distribuzione del calore in una stufa ad aria ventilata)

La stufa ad aria ventilata: tipologie

Le stufe a aria ventilata sono commercializzate con alimentazione a legna, a pellet e nella versione onnivora, studiate e progettate per riscaldare grandi ambienti con più combustibili. Questa tipologia presenta un bruciatore in acciaio inox, un cronotermostato che permette l'automatizzazione dell'accensione e spegnimento, mentre la ventola è maggiorata per permettere una migliore diffusione dell'aria calda e presenta un attacco per la canna fumaria da 100 mm.

L'unico svantaggio potrebbe derivare dall'alimentazione con biomasse frantumate, mais o cereali, scambiabili tra di loro che permette versatilità nell'utilizzo del combustibile. L'unico svantaggio della stufa ad aria ventilata onnivora è correlato al fatto che, essendo il combustibile più duro rispetto al pellet, potrebbe essere maggiormente rumorosa. Per avere maggiori informazioni su questa tipologia di impianto di riscaldamento, si consiglia anche di consultare l'articolo sulle stufe a mais in cui sono spiegate nel dettaglio le caratteristiche, le potenzialità e dove acquistarle.

Le stufe ad aria calda ventilata, chiamate anche per il loro meccanismo di funzionamento, "a convenzione naturale" si caratterizzano per un elevato rendimento termico e del combustibile grazie alle potenzialità dell'impianto di recuperare dal suo interno il calore e convogliarlo nel circuito: la riduzione dei consumi energetici e una combustione che non ha dispersioni è ciò che distingue questa tipologia di stufa. Proprio grazie al suo meccanismo di funzionamento, le stufe ad aria ventilata possono essere acquistate nella versione:

  • stufe ad aria calda ventilata (a convenzione naturale);
  • stufe ad aria calda ventilata canalizzata.

Ogni tipologia di stufa ad aria ventilata riscalda l'abitazione creando la temperatura ideale in ogni locale: il sistema di ventilazione canalizza l'aria calda e la diffonde gradualmente mantenendo una temperatura confortevole anche in seguito allo spegnimento dell'impianto stesso. Grazie alla camera di combustione chiusa ermeticamente da un vetro termico che permette di godersi la fiamma danzante e nello stesso tempo di limitare le dispersioni, termiche, la stufa ad aria ventilata, consente un'ottimale resa termica, divenendo una valida alternativa per ottenere un risparmio energetico e delle basse emissioni di CO2 nell'ambiente.

(Esempio di installazione di una stufa ad aria ventilata con rivestimenti colorati e perfettamente adattabili alla zona giorno: il modello è commercializzato dalla Klover - da ecoimpatto.it)

La stufa ad aria ventilata: perché sceglierla

Le stufe ad aria ventilata rappresentano un sistema di riscaldamento di elevate prestazioni nella distribuzione del calore, permettendo un sensibile risparmio nella bolletta oltre a numerosi altri vantaggi:

  • prezzo accessibile in tutte le tipologie a legna, pellet o biomassa;
  • possibilità di programmazione dell'accensione e spegnimento del riscaldamento, consentendovi di trovare la casa riscaldata al vostro rientro;
  • possibilità di regolazione della fiamma e della temperatura. Con questo speciale meccanismo è possibile ridurre il flusso della circolazione dell'aria calda in base alle proprie esigenze di riscaldamento;
  • possibilità di scelta del rivestimento e del design che maggiormente si adatta al vostro arredamento: acciaio - tra le tipologie più economiche -, maiolica o ceramica, ghisa o lo stile moderno e contemporaneo delle forme irregolari con inserti di differenti materiali;
  • possibilit di scegliere anche il sistema di canalizzazione o di diffusione dell'aria calda che maggiormente si adatta ai vostri locali, alle esigenze di calore o semplicemente di gusto.

Scegliere una stufa ad aria ventilata nella propria abitazione, significa fare una scelta consapevole nell'ottica ecosostenibile, sopratutto se si installa la versione alimentata a pellet o a legna che consente di sfruttare un combustibile rinnovabile, pulito e con un basse costo iniziale; la stufa ad aria ventilata consente una immediata distribuzione del calore, consentendo di ridurre la necessità di utilizzare un ulteriore sistema di riscaldamento. Inoltre, questa tipologia di stufa consente una produzione di calore che si conserva nell'ambiente anche in seguito allo spegnimento dell'impianto, consentendovi di ridurre sensibilmente il consumo di combustibile.

(Esempio di installazione di una stufa a pellet ad aria ventilata: il rivestimento bianco e nero la rende perfettamente adattabile ad ogni tipologia di arredamento - da Stufe & Camini - Siena)

 

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)