Il riscaldamento a pavimento a parquet: si può davvero installare? Quali i vantaggi e quali gli svantaggi?

Con il primo avvicinarsi al riscaldamento a pavimento, il parquet era la soluzione che lasciava più perplessi. Ora con le nuove tecnologie, anche il parquet diventa una delle possibilità in cui installare questa tipologia di riscaldamento con chiaro gusto estetico e stessi vantaggi.

Sì, il sistema di riscaldamento a pavimento può essere installato anche sotto una pavimentazione in parquet: soluzione non contemplata nei precedenti anni del boom sul mercato di questa tipologia di sistema di riscaldamento, a causa delle caratteristiche intrinseche ad alcuni modelli di pavimentazione in parquet, le quali presentavano piccoli difetti e problematiche legate alle prestazioni meccaniche, proprietà tecniche e resistenza allo scalpiccìo.

Ora, con i nuovi studi e ricerche su questo nuovo sistema di riscaldamento a pavimento, anche il parquet è entrato a far parte del gruppo di scelta per la climatizzazione invernale della casa, permettendo di non rinunciare alla bellezza estetica del legno e allo stile di arredamento desiderato.

Gli svantaggi di un riscaldamento a pavimento a parquet

Nella scelta di una soluzione di sistema di riscaldamento a pavimento a parquet, è necessario però, tenere sempre ben presenti le proprietà del legno, i vantaggi e i difetti da cui derivano le differenti applicazioni e rendimenti termici. Il legno è infatti, un materiale vivo e come tale è soggetto a variazioni di colore, alle sollecitazioni del calore, alla temperatura e a fattori ambientali, come l'umidità, che deve essere sempre mantenuta tra il 40 e il 60%.

Il calore generato dal sistema di riscaldamento è a diretto contatto con il legno e viene diffuso e distribuito nei locali della vostra abitazione tramite la sua struttura, creando dei cambiamenti nella sua immagine estetica, nella sua struttura - potrebbe essere lievemente spostato per la dilatazione termica - o potrebbe essere soggetto a fessurazioni.

Queste piccole alterazioni devono essere tenute presenti durante la scelta di questa tipologia di sistema di riscaldamento per evitare sorprese durante l'abitabilità del parquet, fermo restando che, ad eccezione della colorazione, le dilatazioni o le fessure che si creano nella struttura delle legno sono momentanee e variabili in base al periodo dell'anno.

                     Schema di installazione di un riscaldamento a pavimento a parquet in un'abitazione di nuova costruzione

(Schema di installazione di un riscaldamento a pavimento a parquet in un'abitazione di nuova costruzione. L'immagine mette in evidenza l'installazione del sistema di serpentine in tutti locali della casa, compresa la zona bagno, in cui sono presenti differenti tipologie di pavimentazione e colorazioni. Nell'installazione del sistema di riscaldamento sono evidenti le distanze dalla parete/battiscopa e la predisposizione dei giunti di dilatazione tra un locale e l'altro e le uscite).

Cosa c'è da sapere per limitare gli svantaggi del riscaldamento a pavimento a parquet

Nell'installazione di un sistema di riscaldamento a pavimento vi sono alcune regole da seguire nella posa, nella messa in opera del sistema delle serpentine, nel trasporto del legno, nel rispetto dei tempi. E' importante conoscere queste semplici nozioni per poter verificare se effettivamente il progettista incaricato ai lavori rispetta i criteri di installazione, giusto per avere qualche informazione in più riguardo a questa tipologia di riscaldamento, ancora così recente nel panorama italiano.

Fermo restando che un sistema di riscaldamento a parquet non può essere installato con un processo di fai da te, ma è sempre necessario effettuare uno studio di fattibilità, un progetto di installazione esclusivo per la vostra abitazione: ogni casa è a sé e non ci si può improvvisare.

Vediamo insieme cosa c'è da sapere e cosa è necessario controllare:

  • il legno del parquet, per essere installato con un ottimale stato di umidità, deve essere nella vostra abitazione almeno due settimane prima dell'installazione. Se invece scegliete la soluzione di parquet prefinito non ha importanza il periodo in cui deve rimanere nella vostra casa: questa tipologia di parquet è pronta per essere installata;
  • il massetto deve essere ben asciutto prima di installare il parquet;
  • per installare il parquet è necessario lasciare – come anche nelle altre tipologie di sistema di riscaldamento a pavimento – uno spazio tra il battiscopa o la parete e la pavimentazione stessa, per permettere al parquet di fluttuare e muoversi;
  • è importante l'utilizzo di colle ecologiche - create per il solo uso su pavimentazioni flottanti - in quanto con la generazione del calore, nella diffusione del riscaldamento, si potrebbe incorrere alla distribuzione di odori gradevoli e di sostanze inquinanti in tutta la casa, che andrete giornalmente a respirare. Un'ulteriore scelta potrebbe essere l'utilizzo di colle elastiche che permettono una maggiore fluttuazione nella pavimentazione a parquet;
  • lo stesso criterio deve essere seguito nel momento in cui vengono creati gli incastri con gli altri locali della vostra abitazione: il parquettista deve predisporre dei giunti di dilatazione in corrispondenza delle porte, lasciando al parquet un margine di fuga per limitare rigonfiamenti e il rischio di dilatazioni troppo elevate, soprattutto nei periodi più caldi dell'anno.

Per avere maggiori informazioni sulle distanze da rispettare, leggi anche l'articolo su come installare un sistema di riscaldamento a pavimento.

Sistema di riscaldamento a pavimento e visione dei giunti di dilatazione

(Esempio di installazione di sistema di riscaldamento a pavimento in cui è possibile notare la predisposizione dei giunti di dilatazione in corrispondenza delle porte, delle uscite e dei punti di incontro dei locali adiacenti. In questo modo, il sistema di serpentine lascia un margine di fuga al parquet per limitare rigonfiamenti e dilatazioni termiche, soprattutto nei periodi dell'anno in cui le termperature ambientali sono più elevate)

Quali tipi di legno è meglio utilizzare per il sistema di riscaldamento a parquet?

Per l'installazione di un sistema a pavimento a parquet, non tutti i legni sono uguali e garantiscono le stesse prestazioni termiche o meccaniche: il teak, l'iroko e il rovere sono i legni più stabili, similmente al merbau, doussiè e al jatoba, mentre il faggio e l'olivo sono delle essenze più soggette alle variazioni delle temperature ambientali.

Se non desiderate dimenarvi nella scelta delle essenze del legno migliore per il vostro parquet, scegliete pure la soluzione di parquet pre-finito o nella versione stagionata in fabbrica che garantiscono gli stessi benefici e vantaggi di un parquet tradizionale, con costi leggermente inferiori.

Le tipologie di parquet prefinite migliori sono i supportati realizzati in betulle e abete, mentre i parquet prefiniti supportati in pioppo sono consigliati solo su impianti di riscaldamento ex novo, dotati di un sistema di controllo della temperatura e di distribuzione delle serpentine.

Invece, se il rivenditore vi propone delle altre soluzioni di parquet e tra queste vi è il parquet prefinito supportato in MDF e HDF fate particolare attenzione. Questa tipologia di parquet prefinito è realizzata con un materiale che presenta delle elevate variazioni nello spostamento, nelle dilatazioni termiche e nella colorazione in base alle temperature ambientali, sviluppando delle evidenti fessurazioni sulla pavimentazione.

TIPOLOGIA PARQUET

ESSENZA LEGNO

CARATTERISTICHE LEGNO

Parquet in legno vivo teak, iroko, rovere, merbau, doussiè, jatoba legni stabili e poco soggetti alle variazioni di temperatura

Parquet prefinito supportato

Parquet prefinito supportato

betulla e abete

pioppo

legni stabili e poco soggetti alle variazioni di temperatura

legno soggetto alle variazioni ambientali

Parquet prefinito supportato in MDF E HDF
tutte legno soggetto alle variazioni ambientali

Le misure del parquet: quali devono essere?

Le misure del parquet ideale per avere un'installazione ottimale, atte a limitare le torsioni o gli spostamenti dovuti alle variazioni di temperatura, comprendono un'altezza tra i 10-15 mm, anche se possono essere utilizzate altezze maggiori, ma in questo caso si riduce la transmittanza causando la necessità di aumentare la temperatura del sistema di riscaldamento. I cavi elettrici ed i tubi dell'impianto di riscaldamento pavimento devono essere invece, installati a non meno di 30 mm dal parquet, per gli stessi motivi elencati sopra.

Se invece, si installa un parquet prefinito, la sua struttura consta di un multistrato che compensa meglio le variazioni ambientali, grazie a dei movimenti orizzontali, permettendo alla vostra pavimentazione di non subire troppe fessurazioni, sopratutto nel periodo più caldo dell'anno che - non spaventatevi - andranno a richiudersi con il freddo e con l'umidità dei periodi più freddi dell'anno.

Il riscaldamento a pavimento con schema serpentine e distanza dalla parete o battiscopa

(Esempio di installazione di sistema a pavimento a parquet su abitazione di nuova costruzione, in cui è possibile vedere il rispetto delle distanze tra la parte o battiscopa e il sistema di serpentine)

Un'ultima cosa: le temperature da rispettare nel riscaldamento a parquet

Come detto sopra, scegliere di installare nella propria casa un sistema di riscaldamento a pavimento e inserirlo sotto il parquet è una scelta fattibile, con la possibilità di ottenere gli stessi vantaggi di un riscaldamento a pavimento con pavimentazione tradizionale.

Ma come in tutte le tipologie di sistema di riscaldamento a pavimento, anche in quella a parquet, per ottenere tali vantaggi è necessario rispettare non solo i criteri di installazione, ma anche le temperature che non devono mai superare i 27° C nella pavimentazione superficiale. Sembrerà strano ma, il rispetto delle temperature superficiali della pavimentazione a parquet hanno particolare importanza, in quanto spesso si sottovaluta l'aumento della temperatura provocato da tappeti o qualsiasi altro tendaggio posizionato sopra il parquet: causa di maggiori dilatazioni termiche e fessurazioni.

La temperatura dei locali presenta invece, delle variazionin e può essere tenuta tra i 18-24° C.

Una curiosità: studi recenti hanno dimostrato che i tappetti o coperte collocate sulla superficie del parquet ne aumentano la temperatura fino a 2 gradi rispetto a quella ambientale.

Schema di diffusione del calore nel riscaldamento a pavimento a parquet

(Schema di diffusione del calore nel sistema di riscaldamento a pavimento a parquet: diffusione dall'alto e diffusione in circolo)

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)