Il parquet ideale per il riscaldamento a pavimento

Non è semplice scegliere il legno ideale per il parquet quando si opta per l'installazione di un riscaldamento a pavimento: il legno è soggetto a dilatazioni e restringimenti con temperature variabili e per questo non tutte le essenze sono adatte a questa tipologia di riscaldamento.

Si sa, il legno è un materiale vivo e per questo soggetto a modificazioni, variazioni di calore e di umidità, motivo per cui si è un po' restii a considerare questa opportunità nella propria casa. Gli esperti del settore, però conoscono le metodologie necessarie per ottenere un prodotto funzionale e durevole nel tempo: conoscere le prestazioni e e le potenzialità di questa particolare tipologia di pavimentazione permette di garantirvi un parquet riscaldante ottimale. Ma non solo.

Conoscere le prestazioni, le caratteristiche, i pregi e i difetti del legno nel parquet quale pavimentazione è necessario per scegliere un impianto di riscaldamento con parquet ideale, che si adatta perfettamente alle nostre esigenze di produzione di calore e agli spazi abitativi, oltre alla garanzia di ottimale distribuzione del calore generato in tutti i locali, senza subire modificazioni nella struttura o fessurazioni.

SCEGLIERE IL PARQUET MIGLIORE per il RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Come detto precedentemente, per scegliere il parquet ideale per l'installazione nella propria abitazione di un impianto di riscaldamento a pavimento, è necessario conoscere le caratteristiche primarie della materia prima di costruzione del parquet e le sue potenzialità nell'installazione nei locali dell'abitazione. Qui di seguito si elencano alcuni capisaldi di importanza fondamentale per fare la giusta scelta:

  • il legno per il vostro futuro parquet, se non è un prodotto prefinito, deve trovarsi nella vostra abitazione almeno una settimana prima della sua installazione per permettere l'acclimatizzazione;
  • tra il battiscopa e la parete deve esser lasciato uno spazio di almeno di un 1 cm per permettere ai listoni di fluttuare in base alle sollecitazioni e al livello di scalpiccio, evitando, inoltre i rigonfiamenti;
  • il massetto deve asciugare prima che il parquet sia messo in opera;
  • scegliere tipologie di legno che risentono meno delle variazioni climatiche come il il teak, il rovere o l'iroko più stabili del faggio o dell'olivo, di altezza tra i 10 e 15 mm;
  • nella fase di incollaggio sarebbe più indicato l'utilizzo di colle ecologiche in quanto durante il surriscaldamento potrebbero emettere delle sostanze nocive.

TEAK, ROVERE e IROKO: il legno ideale per installare il RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

ATTENZIONE: fermo restando dell'idea che il parquet migliore per l'installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento è quello costituito di legno che non subisce effetti con le variazioni climatiche, come il teak, il rovere o l'iroko, è possibile scegliere anche altre tipologie di legno, come il faggio e l'olivo, eleganti nella colorazione e elevate nelle prestazioni di resistenza allo scalpiccio e al tempo, ma sempre meno adatte del legno che non subisce variazioni stagionali.

Qui di seguito si propone una breve tabella in cui sono elencati i parametri principali da prendere in considerazione nella scelta del parquet al di sopra dell'installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento: nello schema sono presenti le differenti tipologie di sottofondo, suddivise per listoni e altre pavimentazioni che è possibile incollare.

Schema parametri del parquet e della tipologia di sottofondo

(Esempio di schema dei parametri e delle tipologie di sottofondo di installazione del parquet. Nella quarta riga è possibile verificare anche i parametri necessari per la collocazione di un sottofondo riscaldante in cemento - da outletlistonegiordano.com)

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO e PARQUET: TABELLA PUNTI CHIAVE

Per comprendere meglio e ricapitolare i punti fondamentali da valutare per scegliere il parquet migliore per installare al di sotto un impianto di riscaldamento a pavimento, si consiglia di consultare anche la tabella seguente in cui si riassumono i punti cardine:

COME SCEGLIERE IL PARQUET MIGLIORE PER L'INSTALLAZIONE DEL RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

CARATTERISTICHE DEL LEGNO

TEMPISTICA TROVARSI NELL'ABITAZIONE DA UNA SETTIMANA
SPAZIO E MISURE SPAZIO DI 1 CM TRA BATTISCOPA E PARETE
ELEMENTI DEL PARQUET IL MASSETTO DEVE ESSERE ASCIUGATO PRIMA DELL'INSTALLAZIONE
TIPOLOGIE DI LEGNO TIPOLOGIE DI LEGNO CHE NON RISENTONO DELLE VARIAZIONI CLIMATICHE
LA FASE DI INCOLLAGGIO SCELTA DI COLLE ECOLOGICHE

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO e PARQUET: DETTAGLI

I punti elencati sopra costituiscono i principali accorgimenti che a livello informativo indirizzano e rassicurano il cliente sulla scelta effettuata sia del prodotto che del parquettista, in modo da favorire una scelta consapevole e corredata delle indispensabili informazioni.

Chi sceglie la soluzione di riscaldamento e parquet sceglie non solo di salvaguardare l'ambiente utilizzando risorse rinnovabili, ma anche di ridurre i costi economici: la temperatura degli ambienti con questa tipologia di riscaldamento può essere ridotta sensibilmente anche di 3°C, calore pari a quella di un sistema di riscaldamento tradizionale con temperatura più alta. Nonostante la bassa temperatura di esercizio, il riscaldamento a pavimento con parquet permette di riscaldare tutti i locali in modo uniforme, senza sbalzi di temperatura.

Consideriamo inoltre, che si è calcolato che con un metro cubo di legno di rovere possono essere realizzati circa 115 mq di parquet multistrato a listelli, rispetto ai soli 35 mq di parquet in legno massello: accorgimento necessario nell'ottica ecosostenibile che permette di ridurre notevolmente l'utilizzo delle risorse energetiche e le emissioni di sostanze inquinanti nell'ambiente. Per comprendere meglio, osserva anche l'immagine seguente in cui si mettono in evidenza i differenti strati del parquet e del sistema a serpentine dell'impianto di riscaldamento a pavimento:

Schema dei differenti strati di parquet e del sistema di serpentine dell'impianto di riscaldamento a pavimento

(Nell'immagine è possibile notare i differenti strati di parquet e del sistema di serpentine dell'impianto di riscaldamento a pavimento)

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO e PARQUET: INSTALLAZIONE

Il riscaldamento a pavimento a parquet è la soluzione ideale per la produzione e diffusione di calore omogenea in tutti gli ambienti della casa e, come detto precedentemente, permette di variare la temperatura in base alle esigenze dei vostri ambienti. se si sta seduti tutto il giorno, vi è la necessità di un calore maggiore, se si è in movimento, la temperatura di cui si avrà bisogno sarà di gran lunga inferiore.

Il riscaldamento a pavimento a parquet permette, in questo modo, di ridurre gli sprechi energetici e si differenzia dalle altre tipologie di sistemi radianti per la capacità di ridurre i tempi di riscaldamento: in una sola ora è possibile già notare i primi effetti del riscaldamento e fruire del calore che si diffonde lentamente in tutti gli ambienti.

Per godere di prestazioni ottimali è, però, necessario che l'installazione e la collocazione dei differenti strati del legno e del sistema a serpentina siano collocati in base a dei criteri prestabiliti (vedi sopra). Per comprendere meglio, osserva anche l'immagine seguente in cui si mostra lo schema di installazione e costruzione del parquet e del sistema di riscaldamento a pavimento:

Schema di installazione del parquet e dell'impianto di riscaldamento a pavimento

(Schema di installazione del parquet e dell'impianto di riscaldamento a pavimento, in cui sono evidenziati i fattori fondamentali dello strato isolante, la rete di sostegno e la striscia isolante - da blog.libero.it)

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)