Scegliere una pompa di calore per raffrescare e riscaldare la propria abitazione: è davvero così conveniente?

Scegliere una pompa di calore per raffrescare e riscaldare la propria abitazione è davvero così conveniente? Scopriamo insieme i vantaggi e i benefici di installare questa tipologia di impianto di condizionamento attraverso alcune informazioni, confronti e valutazioni.

Scegliere una pompa di calore per raffrescare e riscaldare è davvero così conveniente? In realtà, sembrerebbe proprio di sì, viste le esperienze dei nostri amici o di coloro che l'hanno installata nella propria casa e hanno avuto dei positivi riscontri nella bolletta elettrica: le pompe di calore, infatti, presentano elevate prestazioni di efficienza energetica oltre a ridurre sensibilmente le emissioni di CO2 nell'ambiente.

Il meccanismo di funzionamento di una pompa di calore si basa, infatti, sullo sfruttamento del calore ambientale (della sua temperatura) che proviene dall'acqua, dalla terra e dall'aria stessa: il calore termico utilizzato per le funzioni primarie della pompa di calore proviene proprio dall'ambiente che ci circonda. installare la tipologia di pompa di calore nella propria abitazione significa, dunque, equilibrare la produzione di calore con lo sfruttamento del calore stesso che proviene dell'ambiente e che altrimenti verrebbe espulso, creando una sorta di ciclo continuo di riciclo.

Scegliere una pompa di calore significa, inoltre, proteggere e salvaguardare l'ambiente grazie al suo meccanismo di funzionamento che contribuisce alla riduzione fino al 50% della produzione e emissione di CO2 nell'atmosfera rispetto ai tradizionali sistemi di riscaldamento e raffrescamento: la pompa di calore costituisce, dunque, un ottimale contributo al perseguimento dell'ottica ecosostenibile e alla riduzione dei consumi energetici.

Come funziona una pompa di calore: caratteristiche e prestazioni

In commercio esistono numerose tipologie di pompe di calore che si distinguono per modalità di installazione, dimensioni, caratteristiche e alimentazione. Le pompe di calore possono essere alimentate:

  • con energia elettrica;
  • a gas.

Le pompe di calore elettriche sono considerate la categoria maggiormente efficiente, mentre le pompe di calore a gas presentano delle prestazioni inferiori, anche se riducono di circa il 50% i consumi energetici rispetto ai sistemi di raffrescamento e riscaldamento tradizionali senza rinunciare al raggiungimento del confort abitativo sia nella stagione estiva che nella stagione invernale. Non dimentichiamo, inoltre, che in commercio è possibile trovare numerose tipologie di pompe di calore che si adattano perfettamente ad ogni esigenza energetica e di budget economico, partendo da un prezzo minimo di 600 euro: un investimento accessibile a tutti per cominciare a risparmiare sulla bolletta elettrica.

Si è calcolato che i costi energetici per il riscaldamento di una pompa di calore sono inferiori grazie allo sviluppo delle moderne tecnologie che permettono di produrre il calore per la propria abitazione, l'acqua calda per il sistema sanitario e il raffrescamento durante le giornate più calde, con un solo e unico impianto, adattando la temperatura all' effettivo fabbisogno termico. Un esempio di questa tipologia di impianto è commercializzata dalla Mitsubishi, la quale propone un modello innovativo di pompa di calore per il riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria, una soluzione ideale per soddisfare ogni esigenza dell'abitazione con l'installazione di un solo impianto.

Schema di funzionamento di una pompa di calore con condizionatore

(Schema di funzionamento di una pompa di calore con condizionatore)

I vantaggi di una pompa di calore: le prestazioni energetiche e C.O.P.

Scegliere una pompa di calore per il raffrescamento e il riscaldamento della propria abitazione presenta numerosi vantaggi, come la capacità di fornire più energia (ovvero il calore dell'ambiente interno all'abitazione) dell'energia elettrica utilizzata per il suo funzionamento: la pompa di calore, infatti, sottrae il calore dall'ambiente esterno attraverso il processo di aria-acqua. Il calore che viene sfruttato per il suo funzionamento è quello che proviene dalla temperatura ambientale provocata dall'irraggiamento solare molto forte, sopratutto durante le più calda giornate estive.

L'efficienza della pompa di calore è misurata dal coefficiente di prestazione C.O.P. che indica il rapporto tra energia fornita, ovvero il calore ceduto all'impianto da riscaldare, e l'energia elettrica consumata per il funzionamento stesso della pompa di calore; il valore C.O.P. è variabile in base alla tipologia di pompa di calore e delle condizioni di funzionamento e al clima in cui si trova a lavorare. In linea generale si può afferamre che una pompa di calore di elevata efficienza si attesta su valori vicini a 3 C.O.P.

Il valore medio di 3 C.O.P preso some esempio significa che per 1 kWh di energia elettrica consumato dalla pompa di calore, si avranno 3 kWh di calore all'impianto da riscaldare. Il valore C.O.P. è maggiore quanto più bassa è la temperatura a cui il calore/energia viene ceduto all'interno del condensatore; viceversa la temperatura è quanto più alta quella della fonte da cui viene assorbita all'interno dell'evaporatore. Nel caso in cui la temperatura si attesti al di sotto dei -15°C, la pompa di calore si disattiva automaticamente, per evitare un lavoro che non avrebbe i risultati sperati.

Il video informativo: il funzionamento di una pompa di calore

Il video seguente mostra con immagini dinamiche e didascalie riassuntive il funzionamento della tipologia di pompa di calore, mettendo in evidenza il meccanismo di generazione del calore per la produzione del riscaldamento e il processo di creazione dell'aria fresca per la nostra abitazione.

Nel video si mette in evidenza anche il vantaggio in termini ambientali di scegliere questa tipologia di impianto per il condizionamento di tutta la casa: basso consumo energetico e riduzione delle emissioni inquinanti, con il conseguente positivo riscontro del risparmio economico sulla bolletta elettrica.

Le pompa di calore: le informazioni dal GSE e gli incentivi

Se si sceglie una pompa di calore per la propria abitazione è anche possibile accedere agli incentivi statali del Conto termico che promuove l'acquisto e l'installazione di questa tipologia di impianto. In base al GSE:

"Le pompe di calore possono usufruire degli incentivi legati agli interventi di risparmio ed efficienza energetica, fra i quali i principali sono:

  • gli incentivi previsti dal nuovo DM 28 dicembre 2012 dal Conto Termico;
  • i Titoli di Efficienza Energetica (TEE), anche noti come Certificati Bianchi;
  • le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico;

Un'ulteriore forma di promozione delle pompe di calore elettriche è costituita dalla possibilità di installare un contatore dedicato" per ogni abitazione in modo da avere la possibilità di monitorare con facilità efficienza energetica, produzione e consumi. In sintesi il DM 28 dicembre 2012 stabilisce un sistema di incentivazione valido per:

  • interventi di sostituzione o, solo in alcuni casi, nuova installazione di impianti di climatizzazione e/o produzione di acqua calda sanitaria alimentati a fonti rinnovabili come impianti solari termici anche abbinati a tecnologia solar cooling, pompe di calore, caldaie, stufe e camini alimentati a biomassa;
  • interventi di sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti ad alta efficienza, come la tipologia di caldaia a condensazione;
  • interventi tesi all'efficientamento dell'involucro di edifici esistenti con interventi di coibentazione, sostituzione serramenti e installazione schermature solari.

La pompa di calore e il contributo all'ambiente: il risparmio energetico

Il video seguente fa parte di puntata di Superquark del 27/08/2009 presentando l'argomento dell'importanza dell'installazione di pompe di calore e con particolare riferimento anche alle pompe geotermiche che sfruttano lo scambio di calore, nell'ottica dell'obiettivo del 2020 di ridurre del 20% i consumi energetici; il video segnala alcune parti di Roma con elevate potenzialità per la realizzazione di questo progetto: particolare rilevanza assume il fiume sotterraneo sotto la Città Eterna:

Articolo letto 2.778 volte

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)