Pellet e biocombustibili - Articoli

Risultati da 1 a 10 (di 37 articoli totali)

Che differenza c'è fra carbone, carbonella e pietra lavica?

Oltre ai barbecue elettrici o a gas, il metodi tradizionale di alimentazione, che avvicina molto il barbecue al camino è la legna ma esistono altri tre combustibili molto utilizzati, ovvero il carbone, la carbonella e la pietra lavica. Ma quali sono le differenze fra questi? .

Legna o pellet? Quale scegliere?

Questi due materiali, entri naturali ed ecologici, presentano caratteristiche differenti, ma un parametro importante per la scelta, resta comunque il gusto personale. Ma quali sono le caratteristiche di ognuno? In base a quali caratteristiche si può preferire la legna al pellet o viceversa? Eccole analizzate.

Il nocciolino come ottima alternativa al pellet

Il nocciolino è un prodotto, o meglio, un sottoprodotto di scarto ottenuto dalla produzione delle olive e il potere calorifero dato dalla sua combustione si può stimare molto alto, in quanto presenta un potere calorifico di 6,2/7,4 Kw/Kg, a differenza di quello del pellet tradizionale è di 4,4 Kw/kg. Numerose le sue altre caratteristiche.

Pellet e cippato. Le biomasse più comuni ed utilizzate

Per una produzione residenziale, ed in particolar modo per il riscaldamento domestico, i materiali principalmente utilizzati, oltre al biogas, sono il pellet ed il cippato. Si tratta di materie naturali e reperibili facilmente sia da produzioni di scarto che in stabilimenti ad essi dedicati. Questi vengono utilizzati sia nelle caldaie che nelle stufe e permettono di ottenere un alto rendimento al pari di una bassa spesa di acquisto, per non parlare del batto impatto sull'atmosfera.

Come riscaldarsi correttamente con il legno? La guida pratica di AIEL

L'Associazione italiana energie agroforestali ha realizzato una guida con alcuni consigli su come sfruttare al meglio i biocombustibili di origine legnosa per il riscaldamento domestico. Solo adottando precisi accorgimenti e acquistando prodotti certificati e di qualità è possibile ottenere, in tutta sicurezza, il massimo del calore da questo tipo di combustibili, molto più ecologici e convenienti rispetto a quelli di origine fossile.

Legge di stabilità 2015: stangata sui pellet

L'ennesima batosta per gli italiani - l'applicazione dell'aliquota massima dell'imposta sul valore aggiunto - che con ben 3,3 milioni di pellet bruciati nel 2013, sono i primi consumatori d'Europa di pellet.

Pellet, il governo approva l'aumento dell'Iva al 22%

La Commissione Bilancio del Senato ha approvato in via definitiva l'emendamento che prevede l'aumento dell'Iva sul pellet dal 10 al 22 per cento. Federconsumatori parla di una decisione intollerabile, mentre Nunzia De Girolamo (Area Popolare) minaccia azioni parlamentari.

Focus sul bioetanolo: cos'è e quali sono le sue proprietà

Il bioetanolo è un combustibile liquido e incolore prodotto tramite la fermentazione di materiale vegetale, specialmente quello contenente zuccheri e amido come canne da zucchero e cereali. Il suo utilizzo è potenzialmente molto vasto ma, generalmente, prevale il suo impiego come combustibile per il settore dei trasporti e nel riscaldamento.

Pellet e legna: i consumi e l'utilizzo delle famiglie italiane

Secondo il recente rapporto Istat, in Italia una famiglia su cinque utilizza legna a fini energetici. Poco più del 4 per cento sceglie invece il pellet, con consumi più elevati al Nord, soprattutto in Valle d'Aosta, Friuli-Venezia Giulia e Trentino.

Si parla di sviluppo all' Industrieforum Pellets

Si è tenuta a Stoccarda la decima edizione dell' Industrieforum Pellets. Durante la due giorni di eventi e seminari degli addetti al settore si è parlato della situazione attuale e degli sviluppi futuri.

Clicca per navigare tra gli articoli della sezione

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)