Domande e risposte brevi sul teleriscaldamento: cos'è, come funziona, vantaggi e costi

Nato alla fine degli anni Settanta, il teleriscaldamento sfrutta il combustibile di cui il territorio che necessita di questo servizio è ricco, con l'obiettivo di consumare in maniera ecosostenibile, con un alto risparmio energetico: una forma di riscaldamento a distanza da conoscere.

Il teleriscaldamento è un sistema di riscaldamento a distanza che si caratterizza per la produzione di calore nell'ottica della ricerca dell'ecosostenibilità del territorio. Sviluppatosi e incrementato il suo utilizzo in Italia intorno agli anni Settanta, il teleriscaldamento si basa sulla generazione e scambio di calore tramite lo sfruttamento della fonte energetica di cui il territorio interessato alla produzione di calore è ricco. In questo modo, la fonte combustibile da acquistare permette un sensibile risparmio energetico e la riduzione dell'impatto ambientale.

Il teleriscaldamento, sfruttando una risorsa combustibile a biomassa o in alcuni casi la geotermia, produce e genera il calore necessario alle abitazioni in grandi centrali termiche che hanno anche il compito di fornire e distribuire il calore, generato in tutte le aree del territorio da da servire: un vero e proprio sistema di riscaldamento a distanza. Il calore viene prodotto e distribuito sotto forma di acqua calda, vapore o altri liquidi diatermici, diventando un vero e proprio servizio pubblico, con la possibilità di servire vaste aree con un solo impianto di teleriscaldamento.

Scopriamo più nel dettaglio questo particolare sistema di riscaldamento con una serie di domande e risposte brevi sul funzionamento, sulle parti costitutive del sistema di generazione del calore, i vantaggi e i costi, fino a conoscere le aree e i territori italiani che sfruttano questo sistema di riscaldamento e di produzione dell'acqua calda necessaria a soddisfare il sistema idrico sanitario.

Il teleriscaldamento

(Schema del sistema di teleriscaldamento con le condutture sotterranee, l'area servita e il sistema di cogenerazione del calore)

In breve, che cos'è il teleriscaldamento?

Il teleriscaldamento è un sistema di riscaldamento e di produzione di acqua calda sanitaria a distanza: una rete di condutture sotterranee distribuisce e trasporta il calore prodotto da una centrale di teleriscaldamento nelle abitazioni.

Come funziona la rete di condutture sotterranee del teleriscaldamento?

Il calore utile a riscaldare le unità abitative è generato da una centrale di cogenerazione e trasmesso a un fluido termovettore che può essere acqua calda, un vapore o un liquido diatermico, il quale è  distribuito tramite la rete di condutture al di sotto delle abitazioni. Proprio in questo punto, la rete di tubazioni in cui viene prodotto il calore e la rete delle abitazioni si incontrano e avviene lo scambio termico di cui si è parlato sopra attraverso le sottocentrali installate nelle strutture abitative.

Che cos'è una centrale di cogenerazione?

La centrale di cogenerazione o il sistema di teleriscaldamento è un impianto in grado di produrre calore ed energia elettrica per distribuirla in una determinata area urbana.

Che cosa si intende per rete primaria e rete secondaria?

Per rete primaria si intende il sistema di tubazioni che parte dalla centrale di cogenerazione fino alle utenze finali del riscaldamento e dell'acqua calda, mentre per rete secondaria si intende quel sistema di tubazioni che parte dagli impianti di riscaldamento degli utenti finali e si collega alla rete primaria tramite una centralina di scambio.

Come viene trasferito il calore?

Il calore generato viene trasferito nell'acqua delle tubazioni presenti nelle strutture abitative degli utenti finali del riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria utile a soddisfare il sistema idrico sanitario.

Che cos'è la centralina di scambio di un impianto di teleriscaldamento?

La centralina di scambio è una sorta di caldaia e in realtà sostituisce la caldaia stessa nelle utenze finali del riscaldamento svolgendo il ruolo di connessione della rete primaria alla rete secondaria. In questo modo, la centralina gestisce lo scambio di calore tra il fluido termovettore e gli spazi abitativi da riscaldare.

Come avviene la produzione di calore attraverso la centrale di cogenerazione?

La generazione di calore è prodotta con svariate tipologie di combustibile, nell'ottica però delle sfruttamento delle risorse tipiche del territorio, in modo da non utilizzare dei sistemi di trasporto di combustibile non presente nell'area da servire, ma fruire delle risorse in loco, nell'ottica ecosostenibile.

Cosa succede una volta che il calore è arrivato nelle condotte delle abitazioni?

Una volta che il calore è arrivato nelle condotte delle abitazioni, il fluido termovettore, che ha svolto la sua funzione di distribuzione del calore, diminuisce la sua temperatura e torna nella centrale di teleriscaldamento per generare altro calore, riscaldandosi.

Cos'è il fluido termovettore?

Il fluido termovettore è una sorta di sistema di trasporto del calore prodotto che scorre nelle condutture della rete del sistema del teleriscaldamento e, in questo modo, distribuisce il calore generato alle strutture abitative presenti nell'area da servire.

I fluidi termovettori utilizzati nel sistema del teleriscaldamento possono essere:

  • acqua calda a una temperatura di 80-90°C;
  • acqua surriscaldata a una temperatura di 120°C;
  • vapore e liquidi diatermici.

Schema di funzionamento del teleriscaldamento per ogni abitazione

(Esempio di sistema di teleriscaldamento in un'area urbana: sistema di cogenerazione e condotte sotterranee)

Con il sistema di teleriscaldamento posso solo riscaldare la casa o esiste un sistema anche per climatizzare la propria abitazione in estate?

Per climatizzare la propria abitazione in estate si può sfruttare il sistema di teleraffrescamento, il quale sfrutta il calore generato dagli impianti di cogenerazione per produrre acqua refrigerata.

Quali sono i vantaggi economici e ambientali di riscaldare con il teleriscaldamento?

Il teleriscaldamento presenta numerosi vantaggi:

  • riduzione delle dispersioni energetiche;
  • riduzione dell'impatto ambientale, dovuto alla mancanza di una caldaia singola per ogni abitazione, ma una esclusiva per l'intera area servita;
  • maggiori interventi di controllo nelle emissioni dei fumi e dello scarico fumi;
  • possibilità di sfruttare differenti combustibili e solo quelli presenti nel territorio servito, riducendo anche l'uso di sistemi di trasporto per fruire di combustibili che devono essere importati;
  • la scelta del combustibile da utilizzare per alimentare l'impianto di cogenerazione viene fatta in base al prezzo di mercato, per permettere di ottenere un costo inferiore e competitivo rispetto agli altri sistemi di riscaldamento;
  • riduzione dei costi di manutenzione delle singole caldaie;
  • è possibile recuperare il calore prodotto tramite dei processi industriali come lo smaltimento dei rifiuti.

Quali sono i vantaggi di scegliere il sistema di teleriscaldamento nella propria casa?

Scegliere di riscaldare la propria abitazione e produrre l'acqua calda sanitaria tramite un sistema di teleriscaldamento presenta numerosi vantaggi:

  • costo inferiore nel combustibile, in quanto si paga esclusivamente l'energia effettivamente consumata;
  • l'aliquota IVA per uso domestico è pari al 10%, mentre per gli oli combustibili è del 20%;
  • l'utente può controllare e gestire la temperatura sia della produzione del calore che per la generazione dell'acqua calda sanitaria;
  • eliminazione dei rischi di intossicazione da fumi di scarico della caldaia;
  • non vi è bisogno di possedere un vano dedicato per l'installazione della caldaia;
  • l'eliminazione dell'intervento di installazione della canna fumaria;
  • costi minori di gestione e di manutenzione della centrale termica;
  • eliminazione del costo di sostituzione della caldaia e del bruciatore.

Il teleriscaldamento ha un periodo di cessazione del servizio?

No, il teleriscaldamento è fruibile per tutto il corso dell'anno.

In quali regioni e zone del territorio è possibile fruire del sistema di teleriscaldamento?

Numerose sono le regioni in Italia, al momento in cui scrivo, che sfruttano il sistema del teleriscaldamento:

  • Veneto;
  • Lombardia;
  • Piemonte; 
  • Emilia Romagna;
  • Trentino Alto Adige.

Per avere maggiori informazioni sui territori in cui è installato o verrà installato il teleriscaldamento, visualizza anche il seguente video informativo:



Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)