Risparmio energetico: anche la scelta degli infissi è importante

Gli infissi hanno assunto un ruolo preponderante nella scienza delle costruzioni. Le aperture rappresentano la principale fonte di illuminazione e areazione e sono le uniche zone libere e direttamente esposte all'esterno. Occorre, quindi, sceglierli con molta attenzione.

Nell'ottica di una grande ristrutturazione, specialmente in ambito domestico, ci sono alcuni particolari costruttivi che non devono assolutamente essere trascurati, come gli infissi.

In passato accadeva il contrario, nel senso che le aperture di un edificio non rivestivano una grande importanza all'interno di un'ottica di progettazione generale. Questo perché i parametri della sostenibilità ambientale venivano messi in secondo piano o sottovalutati. La situazione oggi cambia in maniera radicale e l'impatto energetico sia sul pianeta che sulle spese diventa di fondamentale importanza.

Gli infissi hanno assunto un ruolo preponderante nella scienza delle costruzioni. Le aperture rappresentano la principale fonte di illuminazione e areazione e sono le uniche zone libere e direttamente esposte all'esterno. Queste possono assumere le più disparate forme e dimensioni e possono essere istallate nelle più diverse posizioni all'interno delle facciate. Le finestre regolano anche lo scambio di calore con l'esterno ed essendo le parti più esposte e le più fragili hanno bisogno di adeguati trattamenti.

Importanza degli infissi: corretto equilibrio ambientale interno e risparmio energetico

(Importanza degli infissi: corretto equilibrio ambientale interno e risparmio energetico)

Nell'ottica del risparmio energetico hanno bisogno, quindi, di adeguati trattamenti e devono rispettare alti standard per differenti parametri.

Innanzitutto devono avere un buon grado di isolamento termico che va a ricadere sui costi della bolletta del riscaldamento. In passato, venivano scelti semplici infissi in legno. Il legno, il materiale classico per eccellenza, è naturale e affascinante nelle sue finiture, riciclabile e molto versatile e flessile ma presenta notevoli inconvenienti. Il legno, infatti, subisce deformazioni che col tempo diventano irreversibili a causa del suo alto grado di assorbimento dell'umidità. Quindi, queste deformazioni possono essere causa di spifferi indesiderati o infiltrazioni d'acqua e non consentono un controllo corretto del comfort ambientale interno.

Una soluzione a questo problema sono gli infissi in PCV, il polimero più importante e di maggior consumo al mondo. Questo non subisce deformazioni ed è a tenuta stagna. Gli infissi costruiti con questo materiale presentano anche delle accortezze con piccole guaine per un maggiore isolamento.

Infissi in PVC con vetrocamera

(Infissi in PVC con vetrocamera)

Altri parametri che assicurano un giusto equilibrio fra interno ed esterno sono: la protezione dal sole e dal calore, la resistenza alle intemperie, l'isolamento acustico e la protezione antieffrazione. Questi parametri, oltre che essere analizzati tramite gli infissi, devono essere soddisfatti anche dai vetri.

I vetri che hanno maggiore prestazione sono sicuramente quelli racchiusi all'interno della cosiddetta vetrocamera, un pacchetto tenuto dall'infisso stesso composto da due vetri distanziati fra di loro con all'interno del vuoto riempito da gas (argon o kripton). Questi hanno un altissimo potere di isolamento termico. In alternativa, si può scegliere il vetro temperato e ne esistono di due tipi: o di maggiore spessore rispetto al normale vetro oppure composto da un pacchetto a strati prossimi fra loro.

Tutti questi infissi vengono anche detti "basso emissivi". I migliori arrivano a concentrare in soli 4 cm prestazioni isolanti che si aggirano intorno ai Ug 0,6 W/m²K (con U che indica coefficiente di trasmittanza termica unitaria della finestra, tanto più basso quanto migliore è il grado di isolamento termico, quindi, alto il livello del risparmio energetico).

Un'ultima accortezza da tenere in considerazione riguarda i cassonetti delle tapparelle, quando presenti. Anche questi sono esposti all'esterno quindi sarebbe bene isolarli con stucchi o siliconi o ancora con pannelli in materiali plastici isolanti.

Articolo letto 602 volte

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)