Mastice refrattario per barbecue. Cos'è e come si usa?

Una volta acquistato il barbecue, sia in muratura che in cemento, vanno anche montati. Un'operazione semplice e veloce ma occorre che venga fatta con i prodotti giusti. La scelta per l'assemblaggio ricade su due prodotti, il silicone ed il mastice, entrambi termoresistenti e refrattari. Ma che differenza c'è fra i due?

La scelta dell'acquisto di un barbecue comprende l'analisi di molteplici fattori. Innanzitutto lo spazio disponibile per la sua istallazione, in secondo luogo il prezzo (parametro ugualmente importante) e il metodo di alimentazione.

Il primo parametro fa direttamente riferimento alla grandezza dell'oggetto. Infatti, i barbecue possono essere di grandi dimensioni, come quelli in cemento o in muratura, adatti per l'istallazione in giardino e comprensivi di vari accessori, come vani portaoggetti, forno, canna fumaria, contenitori per la legna e gli utensili. Questi possono essere alimentati sia a legna che a gas.

I modelli di dimensioni più piccole sono adatti per spazi più piccoli, ovviamente, come i balconi, e si alimentano con un allaccio alla rete elettrica o con la carbonella.

Nel caso di barbecue in muratura o cemento, questi, una volta acquistati, vanno anche montati. Il montaggio è un'operazione abbastanza semplice e veloce ma occorre che venga fatta con i prodotti giusti. La scelta per l'assemblaggio dei vari pezzi ricade su due prodotti in particolare, ovvero il silicone ed il mastice, entrambi termoresistenti e refrattari.

Ma che differenza c'è fra i due?

Mastice e silicone per montaggio barbecue.. Quali le differenze?

(Mastice e silicone per montaggio barbecue.. Quali le differenze?)

In entrambi i casi si tratta di colla, o meglio "Sigillante cementante per fessure e giunti a contatto con fuoco a fiamma libera", ma, naturalmente esistono delle differenze fra i due prodotti. La prima e fondamentale differenza è la loro reazione dopo l'applicazione sulle superfici da sigillare, ed in secondo luogo il grado di resistenza, e quindi, il punto massimo di temperatura al quale resistono.

In particolare, il mastice indurisce una volta applicato ed essiccato. Può essere livellato con della cartavetra e resiste fino al 1000°C con punte massime di 1250°C, per periodi brevi.

Il silicone, invece, si comporta esattamente al contrario, ovvero una volta applicato ed essiccato non indurisce ma resta elastico. Questa sua caratteristica lo rende molto adatto all'applicazione su giunti, raccordi e testate di vario genere. Oltre a questo presenta il vantaggio di essere molto resistente sia al tempo e, quindi, all'invecchiamento, sia agli agenti atmosferici, ma ha come grave e grande svantaggio quello di avere una soglia relativamente bassa di resistenza alle temperature, che arriva ad un massimo di 300°C.

Questo significa che per un corretto montaggio del proprio barbecue, che sia questo in muratura o in cemento, la scelta migliore ricade sul mastice refrattario termoresistente. Per giunti e simili, invece, la scelta più adatta potrebbe essere quella del silicone, anche se il mastice può ricoprire il suo ruolo in maniera abbastanza efficiente.

Articolo letto 1.082 volte

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)