Funzionamento della centrale elettrica

La centrale elettrica è la soluzione ideale nell'ottica ecosostenibile per la produzione di energia elettrica: un sistema che si avvale di alternatori in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di un'intera famiglia con costi minimi nel riscaldamento della propria casa.

Nella nostra casa un'importanza fondamentale nella riduzione dei costi assume il risparmio energetico: una centrale elettrica atta alla produzione di energia elettrica è la soluzione ideale nell'ottica ecosostenibile, la quale avvalendosi di alternatori è in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di un'intera famiglia.

La tipologia di centrale elettrica più diffusa è la centrale termoelettrica, in cui un combustibile viene combusto per la produzione di calore che viene trasmesso a una caldaia, nella quale circola acqua a alta pressione. Questa viene trasformata in vapore nel processo finale di produzione. Il vapore generato, in seguito, viene convogliato verso le turbine a vapore, alle quali sono collegati degli alternatori, convertendo il proprio contenuto entalpico in energia meccanica di rotazione in energia elettrica.

La centrale elettrica si presenta, dunque, come una ottimale alternativa nella produzione di energia, ma possiede un grosso svantaggio: l'elevato impatto ambientale causato dai residui della combustione e dall'emissione di sostanze inquinanti come i fumi, gli ossidi di zolfo e azoto e gli idrocarburi aromatici; può trovare soluzione solo nell'utilizzo di combustibili meno inquinanti come il gasolio o gas naturale.

In commercio è possibile trovare anche la tipologia di minicentrali elettriche prefabbricate: studiate e realizzate per essere collocate in ambienti esterni, queste tipologie di centrali sono alimentate con combustibili ecologici come il pellet o a biomasse, semi, gusci legnosi o nocciolino, e rappresentano soluzioni ideali per chi non possiede nella propria casa uno spazio esclusivo per la caldaia.

La minicentrale elettrica prefabbricata assolve il ruolo di produttore di energia elettrica in modo completamente automatico e con un sistema programmabile che consente di limitare le dispersioni energetiche e ridurre il consumo di combustibile nel momento in cui non è necessaria una produzione energetica ottimale. Inoltre, per le sue dimensioni ridotte, congiunte alla facilità di trasporto e di collegamento al vostro impianto di riscaldamento, questa tipologia di centrale è disponibile nella versione interrata e, grazie al basso impatto ambientale, è possibile usufruire degli incentivi e delle detrazioni fiscali per incentivare la riduzione delle emissioni di gas inquinanti.

La minicentrale elettrica prefabbricata presenta generalmente una struttura costituita da una intelaiatura in acciaio adibita alla caldaia e al sistema di alimentazione e una seconda parte dedicata al silos di stoccaggio di combustibili solidi. La minicentrale è realizzata per possedere delle elevate prestazioni di resistenza agli agenti esterni integrandosi perfettamente con l'ambiente di collocazione, restando visibile solo nello sportello di ingresso, il camino e la presa di carico del combustibile, diventando talvolta un vero elemento decorativo nel vostro ambiente esterno.

Articolo letto 2.782 volte

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)