Hai un bellissimo camino ma funziona male? Gli inserti per camini risolveranno il problema

Molto spesso i camini, soprattutto se abbastanza vecchi, vanno incontro a malfunzionamenti che possono essere anche abbastanza gravi, come ad esempio un cattivo tiraggio che riempie la casa di fumo, da renderli inutilizzabili. Ma gli inserti per camini potrebbero essere la soluzione.

Può capitare di avere la fortuna di vivere in una casa dove è presente un bellissimo camino, magari antico, oppure impreziosito da magnifiche decorazioni, il quale dona eleganza al salone e, grazie alla fiamma viva, crea un ambiente intimo nel quale si respirano odori ed emozioni uniche. Ma se il camino funziona male ed è inutilizzabile, il rischio è di ritrovarsi con un oggetto ingombrante e , per quanto bello, senza nessuna utilità.

E' presentato un vecchio camino in stile classico ristrutturato ma ormai non più in uso con un vaso di fiori a lsuo interno ed uno specchio al di sopra
(Un camino ripulito ma non restaurato)

Il restauro dei camini, di solito, è un lavoro abbastanza lungo ed impegnativo che richiede, nella gran parte dei casi, uno o più dei seguenti interventi:

  1. Rifacimento del piano del fuoco (di solito consigliato in ghisa) e istallazioni di prese d'aria.
  2. Rifacimento delle pareti laterali e quella posteriore (spesso consigliato di realizzarla inclinata)
  3. Rifacimento Cappa
  4. Rifacimento Canna fumaria
  5. Rifacimento Esterno

Una soluzione più pratica, se non si è tra i fedelissimi dei camini tradizionali, è quella di installare un inserto per camini, il quale ha lo scopo di risanare la funzionalità dello stesso tramite l'inserimento, al suo interno, di una camera di combustione. Questa camera, solitamente costruita in ghisa e corredata di un pratico sportello in vetro, è facilmente collegabile alla vecchia canna fumaria e, se questa dovesse essere tra le parti danneggiate del camino, può essere risanata con l'installazione di una nuova canna facente parte dell'inserto, che sarà posta all'interno della vecchia. In nessun caso il montaggio prevede grossi lavori di muratura ed è possibile salvaguardare il fascino del camino e della fiamma, beneficiando però delle caratteristiche degli inserti i quali, rispetto ad un camino tradizionale, godono di una quantità ottimale di aria in ingresso e producono una quantità maggiore di calore.

L'immagine raffigura un camino in pietra con inserto
(Un camino in pietra con inserto)

 Possono essere installati insieme al camino, se si desidera, impianti di riscaldamento ad aria calda, i quali grazie alla ventola che spinge l'aria calda dalla camera di combustione alle condutture consentono il riscaldamento delle altre stanze della casa. L'impianto ad aria ha un costo minore rispetto a quello ad acqua, riscalda in maniera più rapida e può essere equipaggiato con un umidificatore, il quale  garantisce l'apporto di aria non troppo secca, e quindi dannosa, nei vari ambienti della casa. Inoltre il camino, se dotato di questo impianto, può essere utilizzato per l'areazione degli ambienti e la loro profumazione in caso si aggiungano fragranze nelle condutture.

In alternativa è possibile abbinare all'inserto un impianto di riscaldamento ad acqua calda, che viene allacciato al normale impianto presente nelle abitazioni, il quale incanala l'acqua verso i termosifoni. In questo caso è possibile far scaldare l'acqua dal camino o dalla caldai, oppure si può decidere di lasciare entrambi gli apparecchi allacciati all'impianto di modo da poter sfruttare l'uno o l'altro a seconda delle esigenze del momento e del calore di cui si necessita.

Gli inserti, i quali sono prodotti ormai da numerose aziende e sono disponibili in dimensioni, potenza ed estetica diverse, possono essere alimentati a legna o tramite pellet, un biocombustibile prodotto tramite l'uso dei materiali di scarto delle segherie (truciolato) il quale viene pressato e compattato in piccolissimi cilindri senza l'uso di agenti chimici. Il pellet, rispetto alla legna, è più pratico da trasportare, non sporca, ha un ottimo rendimento termico ed un bassissimo residuo di cenere.

Se si sceglie di ridonare vita al vecchio camino tramite l'installazione di un inserto, sia esso accompagnato da un impianto di riscaldamento ad aria o ad acqua, è importante, secondo quanto detto da persone le quali hanno già affrontato il percorso decisionale per l'acquisto dell'inserto e che già lo utilizzano, porre attenzione ai seguenti temi:

Mai tentare il fai da te perchè, per quanto possa essere semplice il lavoro, è doveroso farlo fare a chi ne è pienamente capace al fine di evitare anche piccoli ma fastidiosi problemi (fuoriuscita di fumo o puzza ecc). Inoltre se l'installazione avviene da persona diversa dal venditore autorizzato dall'azienda produttrice, qualsiasi problema possa sorgere non sarà più possibile l'intervento del venditore e non sarà riconosciuta la garanzia. Molti utilizzatori degli impianti per camini affermano che intubare la vecchia canna fumaria è altamente consigliato, e che un impianto a ventilazione forzata funziona molto meglio.

Autore

Emiliano Salamone

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)