Le stufe tirolesi per risparmiare: tipologie, costi, siti aziende costruttrici, galleria immagini, video

Tutto sulla tipologia di stufa tirolese: conoscerla per scegliere quella che più si adatta alle vostre esigenze energetiche, per risparmiare sensibilmente nel consumo del combustibile, per riscaldare la propria abitazione in maniera ottimale, generare acqua calda e ridurre i costi.

E' uno degli impianti di riscaldamento che permettono di risparmiare sensibilmente sul consumo energetico, di avere un calore ottimale in tutta la casa senza dispersioni termiche e sbalzi di temperatura da una stanza all'altra e aiutare l'ambiente nella riduzione delle emissioni di gas inquinanti: la stufa tirolese a legna, un prezzo iniziale superiore rispetto agli impianti di riscaldamento tradizionali, ma facilmente ammortizzabile grazie alla garanzia della riduzione dei consumi energetici e bassi costi di gestione.

La tipologia di stufa tirolese è realizzata interamente in maiolica e per questo particolarmente apprezzata per il suo intenso e elegante effetto visivo, ma non solo: scegliere questa tipologia di riscaldamento significa risparmiare sensibilmente nel combustibile senza necessitare di un ulteriore sistema di riscaldamento. Ma per fare in modo che tutti queste potenzialità siano realmente sfruttate, è necessario conoscere il funzionamento della stufa stessa, i suoi costi, i suoi pregi e difetti, le aziende costruttrici che propongono questa tipologia di stufa.

I vantaggi economici di una stufa tirolese: impianto artigianale e elevata potenza calorica

La tipologia di stufa tirolese è generalmente realizzata attraverso un processo artigianale: ogni elemento costitutivo della stufa, partendo dalla realizzazione delle singole ole in maiolica, ogni processo di cottura al forno delle mattonelle, fino al montaggio dell'intero impianto è realizzato manualmente da esperti artigiani.

La caratteristica del processo di creazione e realizzazione della stufa tirolese permette a questo sistema di riscaldamento di avere delle elevate potenzialità estetiche, ma soprattutto un elevato rendimento termico che deriva dalla particolare cottura al fuoco della maiolica e alle proprietà intrinseche della stessa di catturare il calore e di sprigionarlo gradualmente negli ambienti, prolungandone la diffusione e la conservazione in tutta la casa.

Visionate il dettagliato video di progettazione e realizzazione della tipologia di stufa tirolese ad accumulo:

Le tipologie di stufa tirolese: come orientarsi per risparmiare nel riscaldamento

In commercio esistono diverse soluzioni di stufa tirolese e per questo è importante conoscere il funzionamento per meglio scegliere quella che meglio si adatta alla propria abitazione per risparmiare maggiormente:

  • stufa tirolese tradizionale piena;
  • stufa tirolese ad accumulo.

La stufa tirolese tradizionale piena

La stufa tirolese tradizionale piena è costruita senza griglia e ha la capacità di accumulare calore anche nella base dell'impianto, ma è di particolare importanza che la legna arda all'interno della camera di combustione sopra un letto di cenere che ne comporta un continuo inserimento di legna da ardere.

La seconda tipologia, la stufa tirolese ad accumulo è sicuramente il sistema di riscaldamento più comodo, funzionale e pratico, in quanto alimentato a biomassa vegetale. Inoltre, è la tipologia di stufa tirolese per eccellenza che garantisce l'efficienza energetica più alta grazie alla proprietà intrinseca al materiale, al sistema di accumulo del calore della combustione nel rivestimento dell'impianto e alla capacità di sprigionarlo in modo lento nell'ambiente della vostra casa.

La stufa tirolese ad accumulo: come sceglierla in base all'abitazione

La tipologia di stufa tirolese ad accumulo assume particolare importanza nel risparmio energetico se scelta per un'abitazione che si sviluppa in un unico piano: le sue potenzialità di diffusione e di distribuzione di calore vi permetteranno di non utilizzare ulteriori sistemi di riscaldamento per servire le aree della casa distanti dal punto di installazione della stessa stufa stessa.

Inoltre, non dimentichiamo che la stufa tirolese ad accumulo permette di avere una maggiore autonomia della combustione e del calore in quanto è perfettamente efficiente anche quando il fuoco è oramai spento: la brace garantisce una piccola autonomia, ma il materiale di rivestimento aumenta il tempo di permanenza del calore e la sua diffusione e conservazione nell'ambiente.

In effetti, la tipologia di stufa tirolese ad accumulo presenta una fase di combustione molto breve che va dalle tre alle quattro ore in base al carico di legna e al suo livello di umidità o stagionatura, ma è dotata di un'elevata efficienza termica grazie al materiale di realizzazione della camera di combustione e a delle particolari conformazioni che consentono il raggiungimento di alte temperature – si parla di 600°C – in breve tempo, riducendo il consumo di combustibile nella fase successiva di distribuzione del calore.

Per chi desiderasse farsi un'idea più dettagliata, visiti la straordinaria galleria di immagini di stufe tirolesi dell'azienda Collizzoli.

Straordinario esempio di stufa tirolese ad accumulo di grandi dimensioni

(Esempio di installazione di stufa tirolese ad accumulo di grandi dimensioni in un ambiente con arredamento classico)

Il segreto delle potenzialità di riscaldamento della stufa tirolese

Il segreto delle potenzialità della stufa tirolese ad accumulo sta proprio nella elevata temperatura di combustione: la legna infatti, nel bruciare a basse temperature immette nell'ambiente dei gas incombusti che aumentano le dispersioni termiche e l'impatto ambientale.

Nella tipologia di stufa tirolese ad accumulo invece, il fumo, dalla camera di combustione, viene immesso nel sistema girofumi, una sorta di percorso a serpentina realizzato in materiale refrattario, al quale cede una parte del calore e solo dopo aver attraversato questo sistema e aver sfruttato anche il calore dei fumi, il fumo di scarico viene espulso dalla canna fumaria. In questo modo, il calore viene ceduto nell'ambiente in forma di calore radiante, riducendo le correnti convettive della diffusione del riscaldamento tradizionale e garantendo la salubrità dell'aria e un piacevole tepore.

Prima progettazione della stufa tirolese

        (Esempio di prima progettazione della stufa tirolese in un'abitazione sviluppata su un livello)

Risparmiare nella manutenzione e sul combustibile della stufa tirolese

Un'altra delle caratteristica è che nella sua progettazione e realizzazione, questo modello di stufa non presenta delle parti elettromeccaniche e per questo non necessita di interventi di manutenzione o di interventi di riparazione legati a possibili black-out elettrici o guasti in altri componenti dell'intero impianto di riscaldamento.

Inoltre, per l'installazione di una stufa tirolese è previsto l'intervento di dimensionamento dell'impianto in base ai metri cubi da riscaldare considerando che questa tipologia di stufa ha un consumo di circa 8 -18kg giornalieri di legna con intervalli di caricamento dalle 12 alle 48 ore. Ciò significa che in un'abitazione di 300 metri cubi o, per meglio farvi capire, di circa 90-100 metri quadri, sono necessari circa 40-50 quintali di legna da ardere all'anno.

Per ricapitolare osserva anche la tabella seguente dei consumi della stufa tirolese in cui il valore 0,13 è il prezzo della legna da ardere al kg, mentre il valore di 240 è il corrispettivo di 8 mesi di riscaldamento:

Stufa tirolese
Consumo energetico
Consumo annuale

Abitazione di 90-100mq 

8-18 kg di legna al giorno
40-50 quintali di legna
0,13 x 18 = 2,34 EURO al giorno
2,34 x 240 = 561,60 EURO

Risparmiare nel riscaldamento dell'acqua calda con una stufa tirolese

In fase di progettazione e realizzazione della vostra stufa tirolese, soprattutto se l'avete richiesta in un modello personalizzato per rivestimenti e funzionalità, è possibile inglobare degli scambiatori di calore con funzionamento convettivo all'interno della camera di combustione per assicurasi il riscaldamento dell'acqua calda sanitaria fino a 400-500 litri senza utilizzare le pompe elettriche che aumentano il consumo elettrico.

E' anche possibile risparmiare nel riscaldamento con il recupero del calore della stufa tirolese ad elevata efficienza energetica, integrando sistemi di ventilazione meccanica con recupero di calore in modo da sfruttare in maniera ottimale tutto il calore generato durante la combustione. Inoltre, un'altra innovativa idea è quella di combinare la stufa tirolese con inserti tecnologici per produzione di acqua calda sanitaria o di impianto.

Per farsi un'idea sul prezzo delle stufe tirolesi

Il prezzo iniziale di una stufa tirolese è particolarmente elevato, ma facilmente ammortizzabile nel tempo grazie al sensibile risparmio energetico del combustibile legna. Osserva la seguente tabella:

  Tipologia stufa tirolese
Costo [1]

Stufa tirolese

Tradizionale piena 3.500- 4.500 EURO

ad acculumulo
4.000-6.000 EURO

[1] Tutti i prezzi sono soggetti a variazioni in base alle promozioni delle aziende costruttrici e ai costi di installazione. I prezzi riportati sono frutto di una media generale dei prezzi migliori ritrovati sul web.

Per chi desiderasse farsi un'idea sul prezzo di mercato delle differenti tipologie di stufe tirolesi, visiti anche la galleria prezzi stufe tirolesi della ditta Venturi, o della Kerameffe.

Straordinario esempio di stufa tirolese in ambiente moderno

(Esempio di installazione di stufa tirolese in un ambiente moderno ma con un tocco di classicità nell'arredamento)

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)