Applicazioni e vantaggi del riscaldamento a battiscopa

Il sistema del riscaldamento a pavimento è tanto antico quanto lo è il focolare stesso. Già dai tempi degli antichi romani. Oggi una sua variante estremamente interessante si istalla nei battiscopa.

Il sistema del riscaldamento a pavimento è tanto antico quanto lo è il focolare stesso. Già dai tempi degli antichi romani, precisamente verso la fine della Repubblica, le domus romane dei ricchi avevano istallati nei bagni questo tipo di riscaldamento. Il cosiddetto "ipocausto" era, infatti, quel particolare ed intelligente sistema che prevedeva un focolare al centro della stanza con condotti istallati nelle pareti ma soprattutto nel pavimento, al di sotto del piano di calpestio, in maniera tale che l'acqua riscaldata dal fuoco potesse circolare in tutta la stanza.

Il sistema del riscaldamento a pavimento oggi è ancora molto usato, anche se non sempre ed erroneamente preferito. Una novità che ben si accosta a questa tipologia è il sistema a battiscopa. Questo sistema è molto semplice e propriamente detto come "sistema radiante (di dimensioni di circa 15 centimetri in altezza per 3 in larghezza) che è posizionato lungo il perimetro delle stanze (in particolare lungo le pareti esterne) in sostituzione ai normali battiscopa. Il calore passa dal sistema e si distribuisce sulle pareti con duplice effetto: riscalda le superfici interne dei muri che a loro volta irradiano calore all'interno della stanza e tengono asciutti i muri dall'eventuale possibile presenza di umidità".

Sistema di riscaldamento a battiscopa

(Sistema di riscaldamento a battiscopa)

Questo sistema inserisce nell'incavo del muro in prossimità del battiscopa, appunto, una serie di lamelle in ottone antistatico o alluminio, equamente distanziate. Queste vengono avvolte da due tubi in rame, materiale molto conduttivo, che mandano l'acqua calda e fanno tornare quella fredda. La temperatura dell'acqua è 45 gradi se connessa vi è una pompa di calore, 50 con una caldaia a condensazione e 60 con una tradizionale.

In questo modo viene a formarsi un perimetro di calore che riscalda in modo uniforme tutto l'ambiente, perché l'aria fredda in basso viene a contatto con il battiscopa, si riscalda con il passaggio costante dell'acqua calda nei tubi e passa attraverso le fessure sul perimetro alto. L'aria fredda riscaldata perde di densità e comincia a salire lungo le pareti che vengono riscaldate a loro volta e diventano essere stesse un corpo radiante. L'energia necessaria è, quindi, molto bassa all'inizio ma si moltiplica salendo e avvolgendo le pareti.

Vantaggi del riscaldamento a battiscopa

(Vantaggi del riscaldamento a battiscopa)

Con questo sistema molti sono i vantaggi. Gli ambienti possono essere riscaldati in modo uniforme e la percezione del calore è molto più piacevole compresi gli ambienti grandi, in quanto l'aria rimane ad una temperatura costante fino ai due metri di altezza e si inizia a raffreddare solo oltre. Questa tipologia di riscaldamento evita l'istallazione di ventole ed elimina il problema dei termosifoni che devono essere lasciati liberi, infatti in questo modo, ogni centimetro delle pareti può essere utilizzato. Si evita la formazione di muffe, essendo tutto l'ambiente sempre sottoposto a circolo d'aria e quindi ventilato e con un basso tasso di umidità.

Dal punto di vista estetico, il riscaldamento a battiscopa è disponibile in numerose finiture che ben si adattano all'ambiente ed è anche estremamente silenzioso, mentre dal punto di vista economico, si arriva anche a risparmiare il 25% sulla bolletta rispetto ai sistemi tradizionali.

Articolo letto 855 volte

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Visualizza l'elenco dei principali articoli

(Clicca sulla cartella per espandere più articoli)